Niente spettacoli: che fare?

Per la nostra sicurezza siamo chiamati a rinunciare a tanti bei momenti, primi fra tutti quelli legati a cultura e spettacolo. Ci manca esibirci davanti al nostro pubblico, ma nulla può impedirci di essere creativi: ecco qualche spunto in vista delle festività.

Lo spettacolo virtuale ormai è una strategia consolidata, praticata sia da cori amatoriali che dall’orchestra sinfonica nazionale: ogni musicista riprende se stesso durante l’esecuzione, e i vari componenti sono poi uniti in un unico video pubblicato in rete. È importante andare tutti a tempo ed essere intonati!

Ci sono anche le sessioni di e-jamming, un’idea molto simile in cui i musicisti eseguono però in diretta. Più difficile da realizzare, e richiede software specifico in grado di gestire la latenza (anche costoso!). Esibizioni di questo tipo con gruppi numerosi e brani veloci restano comunque difficili da realizzare.

Alternative più tradizionali sono la diretta in streaming e la trasmissione in differita, in cui il gruppo esegue davanti alle telecamere, le quali trasmettono attraverso la rete al pubblico, che siede al sicuro nel salotto di casa.

Infine, non dobbiamo dimenticare che le nostre possibilità non sono limitate a ciò che facciamo di solito: possiamo creare nuovi contenuti e nuovi modi di condividere la nostra arte, organizzare presentazioni, conferenze, e tanti altri eventi culturali ai quali, tra concerti e spettacoli, di solito dedichiamo poco tempo.

Pubblicato il 07/12/2020, 17:37