Cantare per resistere alle infezioni

Cantare ogni giorno non solo rende musicisti migliori, ma rafforza il sistema cardiocircolatorio, i muscoli respiratori e migliora l’efficienza respiratoria, secondo uno studio di J. Kang, A. Scholp e J. J. Jiang (A Review of the Physiological Effects and Mechanism of Singing). Proprio quest’ultimo aspetto è stato ripreso in una ricerca più recente condotta da Juliette O’Keefe, del Centre de collaboration nationale en santé environnementale, in cui viene analizzata la quantità di droplet emessa durante il canto.

“Chi studia canto”, spiega O’Keefe, “è allenato a produrre suono in maniera efficiente, utilizzando meno aria: un’espirazione più efficacie produce da 4 a 6 volte meno droplet di una normale”. Nei cantori è stata inoltre osservata una capacità e vitalità polmonare mediamente superiore rispetto alle persone comuni, così come la capacità di inspirazione, tutti fattori in grado di contribuire positivamente alla resistenza alle infezioni respiratorie e al contenimento della loro diffusione.

Mai come ora il detto “canta che ti passa” suona appropriato!

Pubblicato il 04/12/2020, 11:52